NEXT GENERATION EU: ITALIA PROMOSSA A PIENI VOTI

itla

Italia promossa per accedere ai fondi

La Commissione Europea approva in toto il PNRR italiano, necessario per accedere ai fondi del Next Generation EU. L’Italia così avrà diritto a 191,5 miliardi di euro, somma che sale a 222,1 miliardi se si aggiungono anche i 30,6 miliardi del Fondo complementare italiano.

Bruxelles riporta che il PNRR “rafforza il potenziale di crescita e la resilienza economica, sociale e istituzionale” e che avrà un impatto duraturo non solo come risposta all’emergenza Covid-19, ma anche per rendere più robusta l’economia italiana.

Approvate anche le percentuali chiave: il 37% delle misure puntano alla transizione climatica e il 25% verrà dedicato al digitale, a cui si aggiungono altre misure mirate all’inclusione e coesione sociale. Il governo prevede un aumento del PIL del 3,6% entro il 2026.

“Sarà un impegno notevole”, ha commentato il commissario all’economia Paolo Gentiloni, “e tra 4-5 anni capiremo se la scommessa sarà vinta. Se lo sarà, potrà anche cambiare il destino dell’Ue”.